Pagine

giovedì 12 aprile 2018

Vamos a la playa!! Tortilla de patata bronceada per chiudere un cerchio - MTC 72 -


 


Eccoci qua. Pensavo fosse facile scrivere oggi, ma non lo è. Ho seguito MTChallenge per diverso tempo prima di avere il coraggio di inviare la mail e chiedere di poter essere ammessa. E figuratevi la gioia quando mi è stato comunicato che ero stata accolta. 
Prima sfida ... i Macarones!! E così via con le successive, tutte sfide che stimolano ad imparare, conoscere, a mettersi alla prova. Una per tutte la sfida sull'affumicatura, che per una cefalalgica come me è stata un pò uno scoglio. A volte sono rimasta soddisfatta delle mie prove, a volte invece no, lo ammetto. Eppure la creme brulee con l'ananas affumicato .... quella mi ha davvero entusiasmato. Cerchi, inventi, sperimenti, ti butti insomma! E per le E-saltate mi son detta: "Cominciamo dalla numero 1 a rifarle". E ho fatto la tortilla di patate della Mai. Un successo, chiesta e richiesta dalla ragazza che l'ha adorata. E dire che non faccio mai due volte la stessa ricetta. E ora si cambia. Si chiude il cerchio. E si chiude con la numero 01, la tortilla di patate, proposta ancora una ultima volta dalla vincitrice della sfida n. 71 ovvero dalla cara Mai Esteve del Blog Il colore della curcuma. Andate a leggere come Mai spiega la preparazione della tortilla, quanti consigli ci regala. Per questa sfida, dobbiamo preparare una tortilla classica e una rivisitata. Il premio in palio è veramente grande, chi partecipa lo sa.


  


Per ora concentriamoci sulla versione classica della tortilla, nel prossimo post parleremo della versione rivisitata.  

TORTILLA DE PATATA BRONCEADA

Chissà se ho scritto bene. In una giornata di sole e caldo intenso per questo mese di aprile ho preparato la versione tradizionale di tortilla richiesta da Mai. Forse resasi conto del clima o forse del mio bisogno estremo di vacanza, la creatura si è abbronzata un pochino, ma ciò non ha impedito al padrone di casa di consumarne metà senza tema di sovraccarico. 
Ho scelto di accompagnare la tortilla con un nage al prezzemolo e limone (utilizzo un poco off label), del limone caramellato e focaccine alla buccia di piselli, per non smentire la mia vena di riutilizzatrice. L'ho realizzata così come descritta, senza le aggiunte pur consentite, perchè è buonissima tal quale. Sul Blog Il colore della Curcuma troverete una immagine molto utile, una guida per la quantità di uova, patate e cipolle da usare. La ricetta della tortilla è quella descritta sul blog, riportata come Mai l'ha scritta. 


INGREDIENTI per una padella da 20 cm di diametro: 

600 grammi di patate (già sbucciate)
5 uova (sempre dispari)
1 cipolla dorata bella grande
olio extravergine di oliva
sale

Lavare le patate, sbucciarle e tagliarle a pezzi irregolari. Friggerle in olio di oliva in una padella molto capiente. Dopo 5 minuti aggiungere la cipolla tagliata a fettine molto sottili. Mentre friggono le patate e la cipolla regolare di sale e girare di tanto in tanto per non farle bruciare. Sarebbe meglio farle saltare ma ci vuole polso ed esperienza ...
In un recipiente capiente sbattere le uova e salare ricordando che anche le patate e la cipolla sono state salate in cottura. Quando le patate e la cipolla sono belle dorate e croccanti versarle nel recipiente con le uova lasciando se possibile l'olio di frittura in padella. Amalgamare bene il composto, versarlo nella padella e cuocere a fuoco basso controllando con un mestolo di legno che non si attacchi e scuotendo leggermente la padella sempre con il gioco di polso. Quando il fondo è dorato e il centro un pò rappreso .... va girata! Prendere un piatto appena più grande della padella usata, bagnarlo leggermente, metterlo sulla padella e appoggiarci la mano sopra. Con gesto rapido girare il tutto e rimettere la tortilla in padella lasciandola scivolare. Adesso è il momento di rimboccarla tutto intorno usando un mestolo di legno concavo per conferirle l'aspetto a cuscino che tanto la rende accattivante. Appena finito di cuocere lasciarla scivolare sul piatto di servizio che ora non necessiterà di essere bagnato. Se possibile, dentro dovrebbe rimanere un pò umida, un pò "bavosa". 


FOCACCINE CON LE BUCCE DI PISELLI

275 grammi di farina
175 grammi di acqua tiepida
2 cucchiai da the di lievito istantaneo
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiai da the di zest di limone
2 cucchiai di olio
100 grammi di bucce di piselli lessate
1 cucchiaino di sale

In una ciotola mescolare acqua, lievito e zucchero e far riposare 5 minuti fino a che non diventa schiumoso. Unire le zest di limone, le bucce di piselli tagliate a fettine e la farina. Impastare bene e aggiungere l'olio. Lasciare puntare per circa 30 minuti, poi suddividere l'impasto in 6 parti e spianare le focaccine. Scaldare una padella antiaderente e disporre sopra le focaccine. Coprire con un coperchio e lasciare cuocere. Conservare tiepide avvolte in un canovaccio. Servirle spennellate di olio di oliva e spolverate di poco sale.

NAGE DI PREZZEMOLO E LIMONE

100 grammi di prezzemolo, gambi e foglie, tritati
30 grammi di scalogno tritato
la scorza di un limone prelevata con un pelapatate
300 ml di fondo di verdure (*)
4 cucchiai di panna densa
200 grammi di burro freddo a cubetti
sale e pepe

In una casseruola cuocere a fuoco basso il prezzemolo, lo scalogno, la scorza del limone e il fondo di verdure per 10 minuti. Fuori fuoco togliere la scorza, mixare bene il composto, passarlo attraverso uno chinois, quindi aggiungere la panna e fare addensare nuovamente sul fuoco. Abbassare la fiamma e aggiungere il burro poco per volta frustando continuamente. Regolare di sale e pepe. 

(*) per il fondo di verdure portare ad ebollizione 300 grammi di carote, 2 porri parte bianca, 150 grammi di scalogni, 100 grammi di cipolle, 2 spicchi di aglio (tutti affettati), 250 millilitri di vino bianco e un mazzetto aromatico con 2 litri di acqua per circa un'ora schiumando se necessario. Filtrare e conservare. 

LIMONE CARAMELLATO

1 limone pelato al vivo affettato
2 cucchiai di zucchero di canna
qualche fiocco di peperoncino

In una padella antiaderente fare caramellare lo zucchero con due cucchiai di acqua, aggiungere le fette di limone e farle caramellare. Spolverizzare con i fiocchi di peperoncino. 

Servire la tortilla con le focaccine, la salsa e il limone caramellato. 
Con questa tortilla classica partecipo alla sfida n.72 e alla chiusura del cerchio. 















6 commenti:

  1. Bronceada. l'hai scritto perfettamente ;) e ormai sei pratica a rimboccarla che in tanti, dalle mie parti, non sanno fare. Per certo così abbronzata piacerebbe da matti a mio fratello numero 2, lui vuole la tortilla ben cotta, come vedi ce per tutti i gusti, proprio raccontavo ad Annalena che a casa mia per farli tutti contenti dovrei farla di tre tipi diversi!
    Lo sai che mi piace non buttare nulla, nel margine del possibile…, perciò benvenute le focaccine con le bucce dei piselli! E mi sà che metterò in pratica presto il tuo nage di prezzemolo e limone!

    besos

    RispondiElimina
  2. Leila, ci credi se ti dico che questa tua tortilla potrebbe essere lo spunto per una realizzazione creativa? sei sempre cosi generosa e originale, anche quando ti cimenti con prove di base, da regalarci ogni volta spunti e ricette nuove. A maggior ragione se sono ispirate a quel non si butta via niente che è il pilastro della cucina più vera e più "sana", che è poi quella che cerchiamo di praticare tutti e di cui tu ogni volta sei maestra. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra per queste graditissime parole, grazie davvero!

      Elimina
  3. salsa e limoni sono da sturbo, e veramente interessanti come abbinamento ad una tortilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tanto per la gentilezza!!

      Elimina

Grazie di cuore per il tempo che avete dedicato al mio blog.